Testata_La voce dello spettacolo.png

I nuovi singoli del 2020 di Gazzelle, Tommaso Paradiso e Nek

La musica ai tempi del coronavirus non è cambiata. Gazzelle, Tommaso Paradiso e Nek lanciano tre nuovi singoli carichi di speranza ma anche malinconia.


Se è vero che il mercato della musica, come ogni altro settore, sta soffrendo il lockdown che attanaglia da settimane l'italia, è anche vero che alcuni artisti continuano a pubblicare e, se non possono farlo dallo studio, lo fanno da casa.



Le cose semplici di Gazzelle


Questo è il caso di Gazzelle che dal 17 aprile è in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme con "Ora che ti guardo bene".

Il singolo del cantautore romano ripercorre lo spaccato socio-culturale del momento. Una ballad romantica che descrive un rapporto di coppia fatto di cose semplici. "Ora che ti guardo bene" è lo sguardo di un uomo su una donna che, soltanto adesso, quando tutto è fermo, riesce a cogliere la bellezza delle piccole cose. L'attenzione alla vita quotidiana, a quello che prima non si guardava per la smania di correre ed avere sempre un treno da perdere, fa rifiorire i rapporti e ri-considerare il patto esplicito sancito tra due persone (quello che in psicologia rappresenta il "Perché ci siamo messi insieme").

In questi giorni strani - dice Gazzelle -,in sintonia con l'assurda primavera che posso solo guardare fiorire fuori dalla mia finestra, come tutti” commenta Gazzelle “ho scritto questa canzone dentro casa per cercare di stare un pochino meglio. Certo è solo una canzone, ma spero aiuti chi ne ha più bisogno, nel mio piccolo, nel loro grande. Cantiamo insieme.”

L'intero ricavato del singolo di Gazzelle sarà devoluto allo Spallanzani di Roma per la lotta al Covid-19.

Il brano di Gazzelle è sicuramente convincente, forse il più entusiasmante del trittico delle hit in uscita.




Il singolo di Nek "Perdonare"


Dal 16 aprile sulle piattaforme digitali c'è anche l'ultimo singolo di Nek intitolato "Perdonare". Il video del brano, in linea con le disposizioni ministeriali, è stato girato a casa, insieme alla collaborazione di centinaia di persone che si sono filmate condividendo una catena di istantanee dei giorni in casa.

Perdonare calza a pennello in questo momento: è una canzone d'amore ma anche di speranza. Un urlo di speranza ed un messaggio di pace: "Rialziamoci da terra - ha annunciato Nek presentando il brano -,ripartiamo da qui, se ancora due destini dicono di sì. Lo so che cambierà, cambierà e se cambierà amare è perdonare, perdonare".

Bisogna "cominciare da qui, e poi andiamo avanti, passo dopo passo, con altra musica, altri contenuti. Cercherò di starvi vicino e di rendervi partecipi nei prossimi giorni di tutto quello che faremo. E credo che presto riuscirò anche a farvi sentire un album intero".

Una ballad piuttosto nelle righe, in pieno stile Nek.



Le distanze di Tommaso Paradiso


Tommaso Paradiso, dopo il perdono e la riscoperta delle cose semplici si lancia il 17 aprile sulla "melanconia" alla Paradiso (appunto) e sulle mancanze con "Ma lo vuoi capire?". Qui non si tratta più di una coppia che si riscopre, come in Gazzelle, ma di una che è costretta a vivere lontano queste distanze. I chilometri tra i due rendono la vita vuota, senza senso tanto che "il vino sa di aranciata". La poetica di Tommaso Paradiso è sicuramente riconoscibile. Paradiso gioca facile, un po' come Ultimo: punta sulle frasi che piacciono ai giovani, quelle che vogliono sentirsi dire, quelle in stile "indie", quelle da dichiarazioni sotto la pioggia. Ma lo vuoi capire? Speriamo che Tommaso, però, capisca che l'auto-tune si usa con moderazione.



  • White Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona

Questo blog è stato creato da Annalibera Di Martino