Testata_La voce dello spettacolo.png

Sanremo 2020, Rita Pavone sulle polemiche: "Haters contro me e Salvini? Un problema loro"

Aggiornato il: gen 9

Rita Pavone sulle polemiche: "Haters contro Salvini? Un problema loro". Rita Pavone risponde alle polemiche scatenate con l'annuncio della sua partecipazione al Festival di Sanremo 2020. Manda un messaggio forte e chiaro a tutti coloro che ieri l'additavano perché in passato ha espresso commenti "sovranisti" a favore della Lega.

Tutto è iniziato con un commento a seguito di un concerto nel giugno 2018 a Roma dei Pearl Jam che intonarono "Imagine", proiettando sullo schermo hashtag del tipo

"#apriteiporti". La cantante su Twitter si scagliò contro la band americana dichiarando:"Approfittare di un proprio concerto per dare consigli, pur cantando una meravigliosa canzone è altamente opportunistico e poco etico".

Subito dopo intervenne anche l'allora Ministro degli Interni Matteo Salvini che scrisse: "Onore a Rita Pavone, che non si inchina al pensiero unico".

Oggi, a quelli che nelle ore scorse l'hanno criticata per le sue idee risponde: "E' un rischio che sapevo di correre, ma come diceva Charlie Chaplin, preoccupati più della tua coscienza che della reputazione. Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è un problema loro" .

Rispetto alla sua canzone a Sanremo 2020 "Niente (Resilienza "74)" dice che si tratta di "una gran bella canzone, grintosa e vitale, un vestito cucito addosso me". Il brano, come riporta Ansa.it, è firmato da Giorgio Merk, uno dei figli dell'ex Pel di Carota e del marito Teddy Reno ("non avevo detto niente neanche a lui, non sapeva dove andavo: l'ha scoperto dalla tv ieri sera").

  • White Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona

Questo blog è stato creato da Annalibera Di Martino