Testata_La voce dello spettacolo.png

Mai io mai: è uscito il nuovo brano di Micol Martinez

È disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download Mai io mai (www.micolmartinez.it), il brano della cantautrice milanese Micol Martinez che anticipa il nuovo album, I buoni spropositi, in uscita il 18 marzo. Mai io mai è una canzone liberatoria, una dichiarazione d’amore ma anche una riflessione su se stessi e sulla difficoltà di rapportarsi con se stessi e con il giudizio altrui. All’inizio del brano la cantautrice racconta di come non riesca a sentirsi “abbastanza”, intrappolata nella propria relazione, per poi accorgersi che nessuno di noi ha bisogno di un’altra persona per amare.

Mai io mai: il brano di Micol Martinez sull'unicità


"Mai Io Mai è un brano sull'unicità che contraddistingue ciascuno di noi – ha raccontato Micol – Per quanto sia facile confondersi con l'altro (il verbo con-fondersi non è a caso) soprattutto in amore e per quanto sia facile credersi migliori o peggiori di altri, è necessario ricordare sempre la nostra unicità, imparare a guardarci, accettare i nostri limiti: guardare in faccia il peggio di sé così da poter trovare, e cibare, il meglio di sé". Mai io Mai è un brano scritto e composto da Micol Martinez, prodotto da Giovanni Calella che ne ha curato anche gli arrangiamenti e masterizzato da Paolo Lucchi.


Una passione per la scrittura


Micol Martinez fin da bambina inizia a sviluppare una passione per la scrittura, all'età di 6 anni con la poesia e a 18 con il suo primo romanzo mai pubblicato. Studia recitazione al Teatro Libero di Milano e decide di fare della musica il suo lavoro, guadagnandosi l’appellativo di “artigiana della musica” con la pubblicazione del suo cd Copenhagen nel 2010. Nello stesso anno si fa promotrice del movimento culturale “Milano l’è bela” ed è parte attiva nell’organizzazione di iniziative culturali sul territorio a partire dalla manifestazione di Piazza Fontana del 19 marzo 2010. Nel 2012 pubblica, invece, il suo secondo album La testa dentro. In quegli anni gira tutta l’Italia presentando al pubblico i suoi progetti musicali e ricevendo grande consenso dalle radio e dalla critica musicale.





Opening act per Max Gazzè e Cristina Donà


In seguito le collaborazioni si moltiplicano: dai primi opening act per Max Gazzè e Cristina Donà, alle produzioni con grandi musicisti come Cesare Basile, Garbo, Enrico Gabrielli, Rodrigo D'Erasmo, Alessio Russo, Roberto Dell’Era, Fabio Rondinini, Dave Muldoon, e Alberto Turra. Per circa 7 anni si cimenta anche come dj in noti locali milanesi (La Casa 139, Goganga per citarne alcuni). Nel 2016 pubblica il romanzo “Quando muori mi avvisi?” (Ed. Nuova S1). Lei e Vincenzo Costantino Cinaski, accompagnati dai due musicisti Mell Morcone e Raffaele Kohler, da sette anni organizzano il Cafè Bandini di Milano, rassegna di musica, poesia e teatro dove artisti di ogni genere salgono sul palco portando la loro sensibilità artistica.


Il Cafè Bandini


Il Cafè Bandini ha ospitato anche artisti del calibro di Vinicio Capossela, Mauro Ermanno Giovanardi e Simone Cristicchi, ma anche la magia di Walter Maffei e giovani talenti come Di Martino e Virginiana Miller. Micol sta attualmente concludendo la stesura di un nuovo romanzo e sta preparando uno spettacolo teatrale che tratterà in chiave comico-ironica temi quali il maschilismo, l’arte, la famiglia, la femminilità e la psicologia. Lo spettacolo conterrà le canzoni del nuovo disco.


  • White Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona

Questo blog è stato creato da Annalibera Di Martino