Testata_La voce dello spettacolo.png

Coronavirus, niente musica live per tutto l'anno. Ma le messe sì

No agli eventi musicali come i concerti, sì alle messe: la Fase 2 dell’emergenza coronavirus in Italia non è cominciata nel segno della più completa chiarezza in Italia. Le attività stanno pian piano ricominciando nel segno dei protocolli di sicurezza. Uno su tutti, l’accordo che il Governo centrale del premier Giuseppe Conte ha stretto con la Conferenza Episcopale Italiana (Cei). Il protocollo include tutte una serie di norme di sicurezza da adottare e disciplina le modalità con le quali saranno officiate le funzioni religiose. Ad esempio ci sarà l’obbligo di mascherine e si dovrà evitare la stretta di mano per scambiarsi il segno della pace. L’obiettivo, insomma, è evitare ogni assembramento sia nell'edificio sia nei luoghi annessi, come per esempio le sagrestie e il sagrato.



Coronavirus, niente musica live


Se sembra una vera e propria “scommessa” contro il coronavirus ha tutte le carte in regola per esserlo. “Decine di persone, in locali vecchi e poco ventilati, - ha scritto Adriano Biondi su fanpage.it - con impossibilità di operare controlli o di disciplinare gli ingressi (non parliamo di supermercati) e con momenti che rendono impossibile il distanziamento sociale (l'eucarestia o la confessione, ad esempio): sono solo alcuni dei punti che sfuggono a qualunque protocollo, anche il più stringente”.





Fermo il settore degli eventi live


Nel frattempo, proprio a causa dell’emergenza coronavirus e del conseguente divieto di assembramento, il settore degli eventi è fermo e sul futuro c’è un enorme punto interrogativo. Artisti, autori e maestranze hanno visto, da un giorno all'altro, crollare il mercato. Cosa c’entra il discorso delle messe in tutto questo? C’entra eccome. “A questo punto però - ha spiegato Francesco Raiola su Fanpage.it - la domanda è: perché non permettere lo svolgimento dei concerti in luoghi più sicuri delle Chiese come i teatri, per esempio? In barba a tutta la discussione sui drive in perché non permettere di tenere concerti in alcuni luoghi? Club, bar, teatri e tutti quelli che posano sicuramente essere regolamentati molto meglio di una Chiesa”.

  • White Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona

Questo blog è stato creato da Annalibera Di Martino