Testata_La voce dello spettacolo.png

Anna May Wong, la protagonista del doodle del 22 gennaio 2020

Anna May Wong è la "protagonista", è proprio il caso di dirlo, del doodle di Google di oggi 22 gennaio 2020. Ma chi era Anna May Wong? Stiamo parlando della prima attrice cinese diventata negli anni '20 una star del cinema americano. Nativa di Los Angeles il 3 gennaio del 1905 Anna May Wong divenne un attrice simbolo della comunità sino-americana, aprendo di fatto gli schermi statunitensi ad una donna non caucasian.

Anna May Wong: il debutto


Fece il suo debutto a 14 anni nel 1919 nel film The Red Lantern con Alla Nazimova. Pochi anni dopo, quando Anna May aveva 18 anni, impersonò una schiava mongola in un film dal grande successo, The Thief of Baghdad (1924), con Douglas Fairbanks. L'attrice interpretò poi un'eschimese in The Alaskan sempre nel 1924; in Peter Pan (1924) fu Tiger Lily, capo-tribù indiana, mentre in Forty Winks (1925) fu una seducente vamp orientale.


La delusione


Nel 1935, Anna Wong dovette affrontare la delusione più grande della sua carriera quando la Metro-Goldwyn-Mayer rifiutò di prenderla in considerazione per il ruolo principale in La buona terra, tratto dall'omonimo romanzo di Pearl S. Buck, scegliendo al suo posto, come protagonista, l'attrice tedesca Luise Rainer, che verrà premiata con l'Oscar. La Wong trascorse l'anno seguente viaggiando in Cina, visitando i luoghi delle sue origini e studiando la cultura cinese. Morì per un attacco cardiaco, nel 1961, all'età di cinquantasei anni.


La donna orientale


Per decenni dopo la sua morte, Anna Wong fu ricordata principalmente per i personaggi stereotipati che nell'immaginario cinematografico sono legati alla figura della donna orientale. La sua vita e la sua carriera furono rivalutati in occasione del centenario della sua nascita in tre principali opere letterarie e rassegne cinematografiche.

  • White Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona

Questo blog è stato creato da Annalibera Di Martino